Venerdì 18 maggio 2012 – Un tuffo nel passato. E’ stato un attimo rivedere le immagini di quando davo una mano al festival di Frogstock ed alle serate dietro al bancone della chiesetta sconsacrata di Riolo Terme in occasione di Halloween..  Adrenalina che inizia a salire a metà pomeriggio, il tempo che non passa più per poi ritrovarsi in un batter d’occhio davanti al locale, al The Theatre, che mi avrebbe ospitato per 3 lunghi notti.

Stasera è il “casino’ night” organizzato dal Black Circus ma ammetto di averlo scoperto dopo, perchè ero completamente focused sugli alcolici e sulle persone che iniziavano ad affiorare nella sala principale del locale.

“Ciao Sarah..” Ed ecco la mia maestra in quanto barmaid, o barista che dir si voglia, professionista del settore da tanto tempo. La seguo e ascolto le sue istruzioni.
Mentre inizio a tagliare lime, limone e arance per i drink mi guardo in giro e mi rendo conto che i ragazzi dell’organizzazione hanno fatto proprio un bel lavoro. Ci sono voluti dei mesi per allestire e far partire questa macchina infernale ma The Theatre risulta essere, a mio avviso, uno dei posti metal-dark più belli di Milano.

Mi trovo infatti in questo nuovo locale di Quinto de Stampi, a sudovest di Milano, in zona Rozzano.
All’improvviso, siamo avvisate. “Siamo pronti? Spegniamo le luci, tutti alle proprie postazioni..”

Mado’ peggio di una gara ciclistica.. Quasi mi salgono le farfalle allo stomaco.

Apertura delle porte, la sala davanti al banco pian piano inizia a prendere forma.. E mi sono occupata di dare una mano a Sarah al bar principale, spillando birre che, a differenza di altre discoteche che si limitano ad una o a nessuna, sono di ben tre tipi diversi (bionda, doppio malto e rossa) ed infine ho preparato i drink più semplici a due basi.

Ogni tanto mi perdevo a guardare la classe di Sarah, una vera creatura da combattimento, agile e competente al punto da rimanere affascinati. Il modo in cui prepara i drink ed i suoi muovimenti sinuosi e decisi sono una carezza per le mie percezioni di barista principiante.
“Allora, per fare il Mojito è importante partire dalla base, 4 spicchi di lime, zucchero di canna e succo di limone.. In queste proporzioni…”
La ascolto rapita. Eh sì, quando dico di essere fortunata perchè conosco le persone giuste al momento giusto è proprio vero. Anche qui la teoria è valida.

Passano le ore, non mi rendo conto del tempo che corre. Tra un drink e l’altro si balletta e si scambiano battute e risate sia tra colleghi che con Ricky, un dark della vecchia guardia che dà una mano tutti i venerdi per il Black Circus come cassiere. Mentre intravedo anche il conturbante spettacolo bondage sul palco, riascoltavo dei pezzi-paura della mia infanzia: le immagini dei vecchi ricordi hanno iniziato a scorrere nella mente senza fermarsi. Dai Sister of Mercy con “Temple of Love” ai Diva Distruction “The Broken Ones“, Clan of Xymox con “A day“…
Non ricordo se era la versione originale dei Soft Cell o il remake di Marilyn Manson “Tainted Love“.. Comunque tante vibes e tante belle immagini in grado di causarmi una disfunzione immediata a livello cerebrale. Verso la fine ricordo qualche nota del  buon vecchio pazzo di Rob Zombie con “Dragula” ma è come se fossi entrata in una dimensione parallela.

Enrico si è occupato dell’altro bar nella saletta più piccola dove la musica era più ricercata. Molti pezzi non li conoscevo ma quei pochi riconoscibili mi hanno completamente scossa. I dj erano decisamente fenomenali, non credevo di poter gustare ancora quell’ambiente come capitava spesso di fare nella notte dei tempi.. Risorta, si, alla grande!

.. E così siamo a meno uno. Domani sera saremo solo in due e ci sarà il Rock Circus.

Sabato 19 maggio – E’ ora di far risorgere i Sendra, non li metto da un vallo, cioè da anni. Ready to Rock, salgo sul Wrangler e si arriva a destinazione in pochi istanti. Incontro la mia bella maestra mentre inzio a scaldarmi ed a togliermi le ragnatele del letto dal volto.

“..Alla fine non ci siamo nemmeno salutate stamattina. Ero un po’ rinco in effetti. Smontare alle 6 è davvero un bel delirium ma ci piace.. Ho dormito praticamente tutto il giorno e non sono riuscita ad andare in bici.. Coddinci”, le dico salutandola con piacere, sono lieta di rivederla.

Nonostante il numero delle persone attese fosse minore della sera prima, abbiamo lavorato di più della notte precedente. I metallari-rockers bevono birra a fiumi, vero… Ma molti hanno chiesto anche dei gran Negroni sbagliati.

Un bell’ambiente. Ballerine molto affascinanti, musica giusta e sorrisi a non finire.

Sarah mi ha mostrato come pulire il bar così la sera dopo avrei evitato disastri allucinanti. Alle 5.00 sono uscita per andare a casa, soddisfatta della seconda nottata al Theatre.

La scelta dei brani era accurata e il pubblico più che reattivo, tutte note che lasciano un buonissimo ricordo della serata. Ammetto però di essermi leggermente annoiata verso la fine tuttavia le ragazze che erano dietro al banco mi hanno detto che è normale.

Ho tolto solo gli stivali, non avevo la forza di svestirmi e sono collassata a letto mentre coccolavo la family, cioé i miei amati mici.

Domenica 20Metal Hammer contest.

Ore 17.00, un po’ in anticipo, oltrepasso la soglia della porta per andare al locale. Stasera si va di musica dal vivo ma prima l’area era in “prestito” ad un gruppo di appassionati medievali che si davano delle botte a suon di spade impressionanti… Un gran spettacolo.
La serata inizia verso le 21.00 e nonostante tutte le ore in cui ho lavorato il weekend, non avevo forti cedimenti di stanchezza.Le band che hanno suonato la sera non verranno censite sul mio blog ma sul sito di StageAlive a breve… Quindi stay tuned!

Special thanx to Sarah che ha avuto la pazienza di seguirmi, a coloro che mi hanno dato la possibilità di esprimermi, lasciandomi ampio raggio di azione.. Nonostante la stanchezza attendo i prossimi weekend con furore. Are we ready to rock?!

Advertisements

Tattoo Death Fest

Image  —  Posted: 22 May 2012 in Concerti
Tags: , , , ,

..La musica. Mi rendo conto di aver trascorso un lungo inverno senza aver visto o quasi un concerto. Imbarazzante, una vera eresia per la vecchia MetalLauretta. Mi sono limitata a vedere qualche gruppo emergente milanese.. E nulla di più.

Non ci sono età per apprezzare la musica e tuttavia ho avuto una piccola evoluzione, un cambiamento nei miei gusti, limitandomi ad unire la musica alle sgambate in bici e viceversa, senza sentire la mancanza della live music. Triste ma vero. Con questo però non escludo la possibilità di tornare nell’ambiente, anzi… Un po’ per affetto, un po’ per mancanza, inizio a sentire un senso di vuoto quando penso all’adrenalina preconcerto, ai brividi che solo le live vibes mi provocavano, separando totalmente il mio corpo dalla mia anima, facendomi sentire dannatamente viva. Ora un brivido simile lo sento quando sono a cavallo di una delle mie bici.

My Own Summer” – Deftones

Sono tornata a Faenza in questi ultimi due weekend e ho rivisto alcune vecchie compagnie che non sono cambiate di una virgola. Proprio bello rivivere un giro profondamente legato alla musica. Ne ho approfittato per pubblicizzare un nuovo locale che, nonostante abbia visto una sola volta, reputo di famiglia sia per una questione affettiva che per la gente che lo frequenta. Sto parlando proprio di The Theatre, la cui inaugurazione è avvenuta il 13 aprile riempendo di vita la piccola e remota Quinto de Stampi.

I ragazzi che ho incontrato hanno mostrato un certo interesse: “Ah, dovremo riprendere a fare le cavalcate notturne Faenza-Milano, come si faceva per andare al Rainbow..” “Grandissimi, quindi avremo modo di venire a suonare a Milano, che sborrata!”

Ora parte il mio piccolo svarione musicale: cercherò di unire anche solo per poche ore le mie due esistenze portando un tratto faentino più vicino a casa, creando così una serata “metal romagnola” a Milano.

StageAlive Concerti presenta i Nanowar of Steel, band che ha lasciato un segno definitivo negli animi milanesi dopo l’esibizione fotonica del 17 Giugno 2011.
Eeeee si vi ricordate? Bravi! Ma in caso ancora qualche merdallaro non conoscesse la band, vi pregherei di sgrezzarvi e cliccare qui.

Venue: Venerdì 20 Gennaio @ Casa della Musica
Via Ascanio Sforza, 81 (Navigli) – Mi
Apertura cancelli e inizio ore 21.00
Ingresso per il pubblico 10 euro
Ingresso con pass 2011 – 2012 valido 6 euro
Prevendite disponibili presso StageAlive srl, via Sesia 12, Quinto de Stampi – Mi
Oppure Ticketless c/o bonifico bancario

Info: 393 97 54 803
info@stagealive.it

StageAlive Organizzazione Concerti, StageAlive Hard’n’Heavy dept. & Tearing LIVE Agency presentano: EXILIA a MILANO!

Dalla sofisticata citta’ di Milano, capitale dell’alta moda, arte e del design, arriva la voce più aggressiva ed il sound inconfondibile di una delle metal band più affascinanti degli ultimi anni: EXILIA.
Gli EXILIA entrano nelle classifiche in Germania, Svizzera e Austria qualche anno fa con il loro album di debutto “Unleashed” che cambia per sempre la percezione di quello che significa essere la parte femminile in una band metal.
Una combinazione di riff aggressivi, ritmiche pesanti, testi e liriche che abbattono ogni tipo di stereotipo ed una voce che riesce a far venire i brividi persino ai critici piu’ esigenti e alle platee piu’ difficili.
Gli Exilia hanno conquistato le classifiche con i loro brani che risuonano nella testa per ore dopo averli sentiti e con una tale energia e carisma che li ha resi, senza dubbio, diversi ed unici.
Sin dal loro esordio guadagnano uno spazio consistente nel panorama metal internazionale e nell’ Agosto 2002 vincono il premio “MTV New Comers” suonando al “Gun Record’s birthday” di Colonia (D) assieme a band come H-Blockx, Skin-Dredd, Paradise Lost e Guano Apes.
Collaborano e suonano dal vivo con nomi prestigiosi come Rammstein, Dog Eat Dog, IIl Nino, Die Artze, Pink, Guano Apes, Paradise Lost, Him etc.
Il loro primo singolo “Stop Playing God” entra nella top 40 in Germania e regala all’album “Unleashed” un grande successo , il singolo “can’t break me down” viene scelto per la colonna sonora del film “The Clown” e con l’album seguente “You Rain” firma la sigla della celebre serie TV “Grey’s Anatomy”. La band entra a far parte delle band culto crossover anche grazie alla presenza scenica ed il forte carisma della loro leader Masha Mysmane.
Attualmente la band sta ultimando il loro nuovo album “Decode”

In apertura vi saranno 2 Gruppi Iscritti in StageAlive e gli Exalt Cycle. Queste si che sono opportunità!

EXILIA +guest: Sabato 04 giugno 2011.
Via Di Vittorio 6, Assago, MI (fronte forum di Assago).
Apertura ore 20:45 – Inizio spettacoli ore 21:00
Ingresso 10 euro (comprensivo di posto auto nel parcheggio del FORUM).
Prevendite disponibili presso la StageAlive srl, via sesia 12, Quinto De Stampi, MI oppure in TICKETLESS a c/o bonifico bancario.
Info e prevendite: 393.97.54.803 / info@stagealive.it

Music criticism (..on my bike)

Posted: 29 April 2011 in Musica

Una metallara in bicicletta a Milano, una delle tante persone che uniscono due passioni in una, inscindibili l’una dall’altra: la musica che dà ritmo alla pedalata, la pedalata che va al ritmo della musica. Entrambe accompagnano MetalLau nel suo folle percorso attraverso la tentacolare metropoli milanese.

Why be normal?

Oltre a vivere e a sopravvivere alle avversità del traffico, sfidando i conducenti e viaggiando a tutte le ore del giorno e della notte, ho iniziato a frequentare con interesse i concerti di band emergenti. Sono tornata in scena per criticare e sbattezzare i musicisti.. Ma sempre riding my bike.

Are you ready to follow me?

The Insane Circle

Posted: 19 March 2008 in Pensieri

Il cerchio maledetto, che per lunghi anni mi ha divorato e stritolato, si è chiuso…Ma non per sempre.

Illusione.
Mi sento libera, libera di vivere emozioni pulite e trasparenti senza paura,
quella paura che mi costringeva alla fuga vana.

Respiro, sono immobile, mi guardo intorno e la realtà mi comunica serenità…
Mi inchino verso una margherita, nel centro raffigura l’immagine di un treno in corsa.
Ed eccomi, sto arrivando. 

Illusione?